PANE E TRITA, VACCA CHE BUONO!

Finalmente arriva anche a Milano l’ormai celebre brand di food che ha letteralmente conquistato la Brianza, parliamo di Pane e Trita, il cui primo ristorante nacque a Seregno nel 2015.

I fondatori, 4 ragazzi della Brianza ma con origni meridionali vantano una consolidata esperienza nell’ambito della comunicazione e pr che gli ha permesso di studiare e creare un format del tutto innovativo.

Il loro punto di forza è sicuramente costituito dalla materia prima. La carne è assolutamente protagonista e viene proposta in diverse versioni sempre al passo con i tempi e mai banale.

Ed è proprio sull’onda del successo ottenuto che i ristoranti di Pane e Trita si sono diffusi anche in altre città sempre della Brianza, per arrivare finalmente a grande richiesta anche nella capitale del food ovvero Milano in una versione però ‘rivisitata’.

Apre così in Porta Romana un ristorante che presenta tutte le caratteristiche di un fast food anni ‘60.

Gli arredi sono vintage e colorati, al bancone spiccano led con scritte storiche del locale come ‘mangia che devi crescere,’, ‘vacca che buono’, nonché un’intera zona del locale dedicata alla rassegna stampa.

La parte che mi ha più colpito è stato il ‘tavolo social’ illuminato da un lampadario a led con scritta da leggere riflessa sul tavolo stesso, davvero di impatto e originale!

Insomma l’atmosfera che si respira non vi lascerà per nulla indifferenti, la musica e l’accoglienza del posto vi faranno sentire completamente a vostro agio.

In contrasto con l’atmosfera ‘vintage’ troviamo un menù molto creativo e al passo con i tempi.

Come vi dicevo infatti grandissima attenzione viene data agli ingredienti utilizzati e alla loro provenienza.

Io ho provato dei deliziosi uramaki preparati con tartare di angus, polpa di granchio, ketchup alla banana e patata viola croccante, il ‘cono del macellaio’ ovvero un tris di veri e propri coni ‘gelato’ riempiti però con 3 diversi tipi di tartare abbinate a granella di pistacchio, alghe wakame e sesamo nero, belli da vedere e buonissimi da gustare, come un vero e proprio gelato!

Ma l’offerta del menu è veramente ampia e dovrò assolutamente provare i loro panini, tra cui gli ormai celebri ‘terun’ e l ‘uniporco’ ma anche la ‘brioscia siciliana con tuppo’ in versione rivisitata.

Se vi state chiedendo cosa abbinare a questi piatti, da Pane e Trita troverete anche, oltre alla Birra Moretti, marchio rappresentativo del brand con cui è nata una vincente collaborazione, anche i ‘cocktail alla carne’ ebbene sì avete capito bene: ogni settimana nella drink list si alterneranno proposte come il ‘negroni bacon’ e ‘culatello tonic’!

Insomma difficile trovare una definizione univoca per questo format, a metà strada tra una steak house, un fast food e un ristorante, Pane e Trita è semplicemente un nuovo modo di mangiare la carne sicuramente divertente e ‘casual’ appunto capace di fondere la tradizione con l’innovazione, io l’ho decisamente adorato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.